HOMEELETTRONICACOMPONENTIIMPIANTIELETTROTECNICA

IL PLC

Il PLC (Programmable Logic Controller - Controllore logico programmabile) è definito come: "Sistema elettronico a funzionamento digitale, destinato all'uso in ambito industriale, che utilizza una memoria programmabile per l'archiviazione interna di istruzioni orientate all'utilizzatore per l'implementazione di funzioni specifiche, come quelle logiche, di sequenziamento, di temporizzazione, di conteggio e di calcolo aritmetico, per controllare, mediante ingressi e uscite sia digitali che analogici, vari tipi di macchine o processi".

UN PICCOLO PLC
un piccolo PLC

Per comprendere meglio le funzioni di un PLC, possiamo far riferimento a un suo lontano parente povero, che molti hanno in casa: il termostato programmabile per il riscaldamento dell'appartamento. Normalmente ha bisogno di due sole informazioni (ingressi): la temperatura ambiente e l'ora. In base al programma impostato, stabilisce se chiudere l'interruttore in uscita per attivare la caldaia (è l'unica funzione che possiede).

Un PLC ha più ingressi che possono essere sia digitali che analogici. Gli ingressi digitali accettano solo due stati: presenza di tensione (1) e assenza di tensione (0), mentre gli ingressi analogici prendono in considerazione variazioni di tensione all'interno di un intervallo. Il programma può essere complesso e modificabile per svolgere svariate funzioni, chiudendo e aprendo all'occorrenza diverse uscite.
Ad esempio il piccolo PLC nella foto possiede otto ingressi digitali (I1 ..... I8) e quattro uscite (Q1 ..... Q4).

CONNESSIONE DEL PLC AL PC
PLC e cavo per la connessione alla porta USB del PC

Grazie a un software dedicato, il programma può anche essere scritto al computer, testato e trasferito nel PLC tramite una connessione USB. Uno dei linguaggi più utilizzati è il Ladder Diagram (LD). E' di tipo grafico, si articola su più linee (rung) e impiega la logica a contatti. Questi ultimi fanno parte del programma e vanno quindi considerati in senso virtuale.

Il linguaggio di programmazione Ladder utilizza i seguenti simboli

simboli Ladder

I simboli sono tre, ma è importante leggere il nome con cui sono identificati, fondamentale per la funzione che rappresentano nel programma. Ad esempio

I1 Q1 T1 M1

Q1 CC1 TT1 DC1


VIDEO


La programmazione in Ladder per i PLC delle varie aziende presenti sul mercato, segue le stesse regole generali, però ogni azienda utilizza un proprio software con criteri, interfaccia e simboli personalizzati. Pertanto in queste pagine siamo costretti a scegliere un'azienda specifica, pur potendo poi generalizzare i concetti.

Viste le finalità didattiche, grazie all'interfaccia "amichevole" del software Zelio Soft, facciamo riferimento ai piccoli PLC della Schneider "Zelio Logic".

Zelio Soft

Zeliosoft - finestra modifica Zeliosoft - finestra simulazione

pannello didattico
pannello didattico


sicurezza elettrica ing. Vito Barone


HOMEELETTRONICACOMPONENTIIMPIANTIELETTROTECNICA