HOMEELETTRONICACOMPONENTIIMPIANTIELETTROTECNICA

AMPLIFICAZIONE

Un amplificatore presenta in uscita un segnale (a destra nell'esempio in figura) che rispetto a quello di ingresso (a sinistra) ha diversa ampiezza ma stessa forma. Il tempo t trascorso tra i punti A e B è identico in ingresso e in uscita.

amplificazione

Quindi l'effetto "ingrandimento" si ha solo in verticale (ampiezza), non in orizzontale (tempo).


GUADAGNO
Il guadagno A (in inglese "gain") rappresenta il rapporto tra ampiezza del segnale in uscita (out) e ampiezza del segnale in ingresso (in).
AMPLIFICATORE Molto semplicemente basta moltiplicare ampiezza del segnale in ingresso e guadagno, per ottenere l'ampiezza del segnale in uscita. Il guadagno è pertanto privo di unità di misura, cioè è un numero puro.
Nella figura in alto si è ipotizzato un guadagno pari a 3, ma nella pratica si incontrano valori molto più elevati.
I segnali possono essere sia tensioni che correnti. Avremo quindi un guadagno di tensione, un guadagno di corrente e, in definitiva, un guadagno di potenza.


DISTORSIONE
Come già scritto, in un amplificatore il segnale di uscita deve avere la stessa forma di quello d'ingresso. Qualunque modifica di questa forma prende il nome di distorsione. Le cause sono diverse.


sicurezza elettrica ing. Vito Barone


HOMEELETTRONICACOMPONENTIIMPIANTIELETTROTECNICA