HOMEELETTRONICACOMPONENTIIMPIANTIELETTROTECNICA
FLIP FLOP

FLIP-FLOP e LATCH
Le porte logiche sono circuiti combinatori, cioe' lo stato delle uscite dipende esclusivamente dallo stato degli ingressi in quel preciso momento. Nei circuiti sequenziali, invece, lo stato delle uscite dipende anche dalla sequenza degli ingressi, cioe' dallo stato assunto anche in tempi precedenti.

I flip-flop sono i primi circuiti sequenziali che incontriamo. Se non dotati di segnale di clock (CK - simile a un direttore d'orchestra nei circuiti digitali), vengono chiamati latch.
Possiedono due uscite, ma la seconda presenta semplicemente il valore negato della prima.


FLIP-FLOP SR
- Con S=R=0 non si ha commutazione (l'uscita Q rimane allo stesso valore, qualunque esso sia - funzione memoria)
- Quando S o R commuta a 1 mentre l'altro rimane a 0, l'uscita Q commuta allo stesso stato di S (se non vi si trova gia')
- La combinazione S=R=1 non e' ammessa

flip-flop SR

Si ha lo stato di set con Q=1 e stato di reset con Q=0.



FLIP-FLOP JK
Funziona in modo identico al tipo SR, tranne che per la compinazione J=K=1.
- Con J=K=0 non si ha commutazione (l'uscita Q rimane allo stesso valore, qualunque esso sia - funzione memoria)
- Quando J o K commuta a 1 mentre l'altro rimane a 0, l'uscita Q commuta allo stesso stato di J (se non vi si trova gia')
- Con J=K=1 il flip-flop commuta ad ogni impulso di clock

flip-flop JK



FLIP-FLOP D
Si parte da un flip-flop SR e si collegano i due ingressi con una porta NOT.

flip-flop D

L'uscita Q riporta lo stesso valore presente all'ingresso D, ma con il ritardo di un impulso di clock.



FLIP-FLOP T
Si parte da un flip-flop JK e si collegano i due ingressi direttamente.

flip-flop D

Se l'ingresso T=0 l'uscita Q non commuta. Se l'ingresso T=1, l'uscita Q commuta a ogni impulso di clock.




sicurezza elettrica ing. Vito Barone


HOMEELETTRONICACOMPONENTIIMPIANTIELETTROTECNICA