HOMEELETTRONICACOMPONENTIIMPIANTIELETTROTECNICA

LA RETROAZIONE

La retroazione o reazione è una tecnica che consiste nel riportare all'ingresso di un amplificatore con guadagno A, il segnale di uscita, adeguandolo attraverso una rete con guadagno B, denominata blocco di reazione.
Noi vediamo sempre un ingresso e una uscita, ma all'interno è presente quello che viene chiamato anello chiuso.

schema della retroazione

Nel nodo posto in ingresso si sommano il segnale entrante Xs e il segnale di retroazione Xr. Questa operazione è da intendersi in senso vettoriale, cioè se i due segnali hanno verso opposto, la somma si trasforma in sottrazione.

In definitiva, con Xi = Xs + Xr:
- se Xi > Xs abbiamo una retroazione positiva
- se Xi < Xs abbiamo una retroazione negativa

La retroazione positiva aumenta sia il guadagno che l'instabilità del sistema, invece quella negativa, al prezzo di una riduzione del guadagno, ne aumenta la stabilità.

Ad esempio la retroazione positiva è utilizzata negli oscillatori, che devono per loro natura essere instabili ovvero, una volta alimentati, senza alcun segnale di ingresso devono oscillare continuamente, presentando in uscita un segnale periodico. Possiamo avere, sempre ad esempio, un generatore di onda sonusoidale.

La retroazione negativa viene, ad esempio, molto utilizzata con gli amplificatori operazionali, che trovano giovamento anche dalla riduzione del guadagno che ne deriva.



sicurezza elettrica ing. Vito Barone


HOMEELETTRONICACOMPONENTIIMPIANTIELETTROTECNICA