HOMEELETTRONICACOMPONENTIIMPIANTIELETTROTECNICA

CONDENSATORI - CARICA E SCARICA

Il condensatore è in pratica un accumulatore di cariche elettriche. Può sembrare avere la stessa funzione di una batteria ricaricabile, ma rispetto a questa ha due differenze fondamentali, una in positivo e l'altra in negativo. Un condensatore ha la possibilità di caricarsi e di scaricarsi in tempi rapidissimi, mentre una batteria può impiegare anche ore. Purtroppo la quantità di carica accumulata è molto piccola confrontata con quella di una batteria.

condensatore e batteria
condensatore e batteria ricaricabile

Nell'animazione è schematizzato un circuito per la carica e la scarica di un condensatore C. Chiudendo T1 il condensatore si carica attraverso la resistenza R1. Aprendo T1 il condensatore mantiene la carica. Chiudendo T2 il condensatore si scarica sulla resistenza R2.
circuito di carica e scarica

VIDEO

Il condensatore può ritenersi completamente carico dopo un tempo T = 5 R1 C. Al termine del processo il condensatore presenta ai suoi capi la stessa tensione E del generatore e la corrente in R1 scende a zero, anche mantenendo T1 chiuso.

Il prodotto R C prende il nome di costante di tempo τ (tau) e rappresenta il tempo che impiega il condensatore per caricarsi al 63%. Questo ci dice che la velocità di carica non è costante, ma è massima al principio e gradualmente si riduce (1τ per caricarsi al 63%, 4τ per il restante 37%). In particolare nei primi istanti il condensatore si comporta come un cortocircuito.
Il tempo di scarica si calcola allo stesso modo: T = 5 R2 C.


CONDENSATORI IN PARALLELO
Collegando più condensatori in parallelo, otteniamo un condensatore equivalente, la cui capacità è somma delle singole capacità.

VIDEO


sicurezza elettrica ing. Vito Barone


HOMEELETTRONICACOMPONENTIIMPIANTIELETTROTECNICA