HOMEELETTRONICACOMPONENTIIMPIANTIELETTROTECNICA

RESISTENZA EQUIVALENTE

RESISTENZE COLLEGATE IN SERIE
Se colleghiamo più resistenze in modo che il terminale di uscita di ognuna sia in contatto con il solo terminale di ingresso della successiva, otteniamo un collegamento in serie.

resistenze in serie

Tutte le resistenze sono attraversate dalla stessa corrente. L'effetto globale è uguale a quello ottenibile con un'unica resistenza R, chiamata resistenza equivalente, avente come valore la somma delle singole resistenze:

R = R1 + R2 + R3 + R4

Ne consegue che la resistenza equivalente avrà un valore più alto della più alta resistenza presente nel collegamento. Inoltre aggiungere una resistenza in serie significa obbligatoriamente aumentare la resistenza equivalente.


RESISTENZE COLLEGATE IN PARALLELO
Se colleghiamo più resistenze in modo che tutti i terminali di ingresso siano in contatto solo tra loro e così anche i terminali di uscita, otteniamo un collegamento in parallelo.

resistenze in parallelo

Tutte le resistenze sono sottoposte alla stessa tensione. L'effetto globale è uguale a quello ottenibile con un'unica resistenza R, chiamata resistenza equivalente, il cui valore si ricava dalla seguente formula:

formula resistenze in parallelo

Aggiungere una resistenza in parallelo significa obbligatoriamente diminuire la resistenza equivalente. Pertanto la resistenza equivalente di un collegamento in parallelo, sarà sempre più bassa della più bassa resistenza presente.


DUE RESISTENZE COLLEGATE IN PARALLELO
Se colleghiamo solo due resistenze in parallelo, la formula per il calcolo della resistenza equivalente non cambia, ma con semplici passaggi matematici si riduce alla forma

formula per due resistenze in parallelo

Se le due resistenze sono uguali, la resistenza equivalente ha come valore la metà della singola resistenza.


sicurezza elettrica ing. Vito Barone


HOMEELETTRONICACOMPONENTIIMPIANTIELETTROTECNICA